gestione magazzino

10 consigli per migliorare la gestione del magazzino

consigli 6 mesi ago Nessun commento

Risparmio di tempo, aumento della produttività ed efficienza: migliorare la gestione del proprio magazzino è ora un fattore chiave per le aziende nella loro corsa al miglioramento delle prestazioni.  La continua crescita degli e-commerce e l’aumento del numero di ordini da spedire ogni giorno richiedono una gestione ottimale della supply chain. 

Segui i nostri 10 consigli per migliorare la gestione del tuo magazzino.

1 – Scegli la strategia logistica adatta alle tue esigenze

Un piccolo magazzino che spedisce 50 ordini al giorno non può seguire la stessa strategia di un magazzino che deve gestire più di 1.000 spedizioni giornaliere.

Identifica le tue esigenze, fai una valutazione del tuo magazzino e calcola il numero di ordini che gestisce prima di stabilire la tua strategia logistica.
In cosa ti identifichi?

  • Una piccola logistica: per 50 ordini al giorno, in un magazzino di 500 m2 con un team di 5 persone, l’organizzazione è più semplice e i collaboratori ricoprono ruoli diversi a seconda delle esigenze
  • Una logistica strutturata: più di 50 ordini al giorno, il magazzino deve seguire delle regole ben precise e ogni persona ha un compito specifico
  • Logistica industrializzata: oltre 1.000 ordini al giorno, si opta per l’automatizzazione e l’inserimento di macchine. Un software di gestione del magazzino ottimizza l’elaborazione degli ordini
  • Outsourcing logistico: un magazzino specializzato di terze parti gestisce la logistica ed è in grado di far fronte anche a picchi di attività significativi

magazzino

2 – Migliora l’ambiente di lavoro

Migliorare l’ambiente di lavoro dei dipendenti consente di:

  • Limitare i viaggi non necessari: ottimizzando la posizione dei prodotti sugli scaffali per facilitare i prelievi
  • Limitare il trasporto di carichi pesanti: dotando il proprio magazzino di carrelli elevatori o transpallet. Eviterai il rischio di incidenti e ottimizzerai il lavoro.

Anche investire in prodotti di qualità è un ottimo modo per migliorare l’ambiente di lavoro: un WMS (sistema gestionale) ad alte prestazioni, lettori di codici a barre, schermi, ecc.

3 – Struttura e ordina il magazzino

Un buon uso dello spazio è fondamentale per non trasformare il tuo magazzino in un “campo di battaglia”.

Per strutturare lo spazio, puoi:

  • Stabilire una regola per classificare tutti i prodotti, la cosiddetta collocazione, per stabilire i percorsi logistici che porteranno rapidamente al prodotto desiderato
  • Delimitare con cura le aree di stoccaggio e di lavoro: aree sovraffollate, aree di stoccaggio, aree di raccolta, aree di arrivo e di spedizione, aree di trasporto, ecc.

4 – Definisci i compiti di ciascuno

Più il magazzino è strutturato, più i compiti diventano precisi. Più i collaboratori avranno una buona dimestichezza con i loro compiti, più rapidamente lavoreranno.

Per distribuire i compiti di ciascuno, assegnali ad aree diverse del magazzino: picking, preparazione degli ordini, spedizione, imballaggio ecc.

preparazione prodotti

5 – Crea una zona di prodotti ad alto turnover

In ogni magazzino ci sono prodotti con un alto turnover, quelli che sono i più ordinati e quindi movimentati.

Ti consigliamo di creare un’area speciale per questi prodotti, un “negozio” vicino all’area di imballaggio/spedizione.

6 – Organizza i prodotti in base alla tipologia

Per migliorare la gestione del tuo magazzino, considera la possibilità di classificare i tuoi prodotti in base anche alle loro caratteristiche.

Ad esempio:

  • Prodotti pesanti o voluminosi (che richiedono una gestione dedicata e tecnica).
  • Prodotti freschi o deperibili
  • Prodotti personalizzati

Questa organizzazione ti farà risparmiare tempo durante il flusso logistico.

7 – Utilizza la tecnica di cross-docking

Il cross-docking è una soluzione logistica che mira a ridurre gli spostamenti dei prodotti migliorando la produttività: concretamente, consiste nell’eliminare le fasi intermedie di stoccaggio della merce in entrata caricandola direttamente su un altro mezzo in uscita. In questo modo velocizzi notevolmente anche le spedizioni!

8 – Focalizzati sulla preparazione dei prodotti simili

Molto importante è il tempo che si guadagna nella preparazione dei prodotti.
Se dopo un’analisi risulta che sono presenti due prodotti simili durante la preparazione di un ordine puoi risparmiare tempo gestendoli insieme. Evitarai così i via e via durante il picking.

9 – Automatizza la gestione delle rotture di stock

Gestire le rotture di stock è un rompicapo logistico costante: oltre a causare interruzione nella supply chain, le rotture di stock generano l’insoddisfazione dei clienti.

Quando ciò accade, potete attivare una procedura automatizzata con il team commerciale e del post vendita. Il metodo più comune è l’invio automatico di un’email che avverte della data di arrivo in magazzino del prodotto in questione.

10 – Esegui dei controlli sulla qualità dei prodotti per evitare errori

Gli errori negli ordini non sono apprezzati dai clienti. La sfida per una buona gestione della logistica è quindi di evitarli il più possibile.

Grazie a controlli di qualità, gli ordini sono verificati ad ogni passaggio importante del processo logistico: all’arrivo dei prodotti, al picking, durante l’imballaggio e alla spedizione.

Questo controllo può essere effettuato più velocemente con l’aiuto di una scansione che verifica il nome e la precisione del prodotto al momento della preparazione in colli.

Seguendo questi consigli, potete migliorare rapidamente la gestione logistica del vostro magazzino e guadagnare in performance.

Per questo, bisogna scegliere con attenzione un buon traportatore in grado di fornirti un tracking delle tue spedizioni, fino alla consegna finale.

I tre punti chiave da ricordare:

  • L’organizzazione è la parola chiave per la gestione logistica: un magazzino strutturato secondo i bisogni reali dell’azienda, una specializzazione dei compiti, una collocazione di qualità ti faranno guadagnare in tempo ed efficacia
  • L’ambiente di lavoro deve essere il più piacevole e sicuro possibile, per proteggere la salute dei vostri collaboratori
  • Dei trucchi semplici, come le zone ad alta rotazione, il cross-docking, l’automazione della gestione delle rotture di stock, permettono una miglior gestione della logistica dell’aziende sul lungo periodo.