#GiornatadellaTerra i trend degli imballi ecologici

4minuti 22/04/2017

#EarthDay Rajapack aumenta gli imballaggi green

Il 22 aprile 2017 si celebra la 46° Giornata Mondiale della Terra e come Rajapack abbiamo voluto analizzare il trend degli imballaggi ecologici rispetto agli anni passati.

Da alcuni anni le aziende hanno preso coscienza che l’imballaggio è anche un mezzo di comunicazione. Si sono accorte che i consumatori sono sempre più esigenti verso imballaggi che siano riciclati o riciclabili. Hanno allora iniziato ad utilizzare packaging sostenibili per migliorare l’immagine del proprio marchio, per distinguersi dalla concorrenza e per ottenere la certificazione ISO14001.

CRESCONO LE VENDITE E I CLIENTI DEGLI IMBALLAGGI GREEN

Questa tendenza di marketing si concretizza nei volumi di vendita del packaging. Come Rajapack Italia possiamo testimoniare che tra il 2015 e il 2016 le vendite degli imballaggi green sono cresciute di quasi il 40%. Sempre nello stesso arco di tempo il numero dei clienti che ci ha richiesto questa tipologia di prodotto è addirittura cresciuto del 50%.

La tendenza non è solo italiana ma anche europea. In ben 9 paesi in cui è presente il nostro Gruppo (Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna, Svezia Svizzera,), le vendite di imballaggi verdi crescono più del doppio rispetto alla crescita globale degli altri prodotti venduti.

Come ha affrontato Rajapack questa svolta green?

Introducendo un’alternativa verde per tutte le categorie di packaging

imballaggi ecologici

Ma in cosa consistono le alternative green?

ABBIAMO MODIFICATO L’OFFERTA, MODIFICANDO I MATERIALI

Distribuiamo imballaggi analoghi a quelli esistenti e con la stessa funzione d’uso, ma fabbricati a partire da materiali virtuosi, a basso impatto ambientale.

Qualche esempio? Il nastro adesivo in carta sta prendendo sempre più piede. Il mercato, trainato dall’esempio del gigante Amazon, richiede sempre di più questo sistema di chiusura, smaltibile dal cliente insieme alla scatola nel contenitore della carta piuttosto che il nastro tradizionale in polipropilene.

Le vendite Rajapack lo testimoniano. Dal 2013 i nastri in polipropilene standard hanno accresciuto le proprie vendite del 24% mentre quelli in carta hanno raggiunto la percentuale del 91%.

La stessa cosa vale per i riempitivi. Il flo-pak standard, ovvero le classiche patatine in polistirolo, è cresciuto del 25%, mentre il nuovo riempitivo, realizzato a partire dall’amido di mais, è cresciuto di quasi il 60%.

Certo per le imprese non risulta ancora economico scegliere gli imballaggi green, richiedono lavorazioni costose e spese di ricerca che al momento non consentono di omologare i prezzi a quelli degli imballaggi tradizionali. Però in numerosi settori, come quello alimentare o quello della cosmesi, la richiesta è comunque in crescita.

In più esistono già sul mercato numerose scatole americane a un’onda in test (un materiale realizzato a partire da carte riciclate con macero selezionato, piuttosto che da fibra vergine kraft) che risultano essere più economiche rispetto a quelle con la copertina in kraft. I produttori di cartone hanno saputo aggiungere additivi e amido capaci di aumentare le prestazioni di resistenza portandole vicino ai valori della fibra vergine. Rimangono invece ancora inferiori i valori di resistenza all’umidità, quindi per i viaggi lunghi continuiamo a consigliare le scatole a doppia onda rivestite di carta kraft.

 

ABBIAMO RIDOTTO GLI SPESSORI DEI MATERIALI

Distribuiamo plastiche con spessori ridotti.

Il sistema Fill-Air® Rocket™ che produce cuscini d’aria, per esempio, utilizza il film Extreme Efficiency® a marchio Sealed Air che diminuisce l’utilizzo delle materie prime derivate dal petrolio e al tempo stesso migliora le prestazioni. La ricerca ha permesso di mantenere la prestazione protettiva nonostante la riduzione della plastica. È stata infatti rinforzata la saldatura per conservare i sacchetti gonfiati più a lungo.

Inoltre il vantaggio dei riempitivi ad aria è che una volta sgonfiati riducono il proprio volume del 95%, diventando quindi minimamente impattanti sulla discarica.

ABBIAMO AVVIATO 10 NUOVI PROGETTI A TUTELA DELL’AMBIENTE NNEL 2017

Anche nel 2017 il Gruppo RAJA di cui Rajapack fa parte continua a devolvere 1 o 2€ ricavati dalla vendita delle confezioni di prodotti green a favore di progetti in tutela delle donne e dell’ambiente in tutto il mondo.

I progetti di quest’anno sono 10, un po’ in tutto il mondo: Senegal, Togo, Guinea Bissou, Amazzonia, Perù, Francia.  Hanno tutti un fil rouge in comune: insegnano alle donne, le prime vittime, con i bambini dei cambiamenti climatici, una professione legata all’agricoltura sostenibile. Questo le renderà economicamente indipendenti e preserverà, allo stesso tempo, l’ambiente in cui vivono.

Buona Giornata della Terra da tutto il team Rajapack!

#GiornatadellaTerra #earthday2017 #natura

 

Fonti:

Il 22 aprile torna la Giornata Mondiale della Terra per un futuro il più possibile ecosostenibile

Categorie