• 848 815 815 costo chiamata urbana
  • Acquisti grandi volumi? Preventivo rapido e gratuito
  • 4,7/5
    Valutazione clienti
  • Consegna 24/48h Consegna gratuita a partire da 200 €
logo raja 848 815 815 costo chiamata urbana
0,00 € Carrello vuoto
Ordine rapido con codice articolo

Programma iniziative donne e ambiente

 

Programma iniziative

Donne & Ambiente

sostenuto dalla Fondazione RAJA-Danièle Marcovici

CON RAJA, IMBALLARE IN MODO "ECO-RESPONSABILE", SIGNIFICA ANCHE ESSERE SOLIDALI

Funzionamento del progetto

fournisseurs

Il gruppo RAJA, in collaborazione con i propri fornitori, ha selezionato alcuni prodotti ecologici per sostenere i nuovi progetti solidali.

fondation

Ogni volta che acquisterai uno di questi imballaggi verdi, fino al 31 agosto 2020, 1€ a confezione sarà donato automaticamente alla Fondazione RAJA-Danièle Marcovici.

femmes

La Fondazione ha selezionato 6 progetti per il programma "Donne & Ambiente". I fondi raccolti saranno donati alle associazioni che li attueranno.

Scopri i progetti

I progetti del programma iniziative “Donne & Ambiente”

ADESAF

Progetto #1 : ADESAF (Associazione per lo sviluppo economico e sociale in Africa)

Supportare l’emancipazione economica delle donne formandole sulle tecniche di coltivazione sostenibile dell’avocado

A Bafoussam, capitale del dipartimento di Mifi, a ovest del Camerun, l’80% della popolazione vive di agricoltura. Gli effetti del cambiamento climatico e di pratiche agricole dannose come incendi e deforestazione hanno impoverito il terreno e distrutto l’ecosistema locale. A causa di questi problemi i produttori di avocado stanno affrontando numerose difficoltà, inoltre, la carenza di strutture per lo stoccaggio rallenta significativamente la produzione. ADESAF, insieme al suo partner locale RECOSAF, stanno lanciando un progetto per sostenere l’agricoltura ecosostenibile dell’avocado nel villaggio di Bapi. Questo permetterà alle contadine di aumentare le loro entrate e ottimizzare la produzione preservando però allo stesso tempo l’ecosistema adottando pratiche ecofriendly. In questo modo le donne saranno indipendenti economicamente e questo le aiuterà a rafforzare il loro ruolo sociale all’interno della comunità

ADESAF

ADESAF (Associazione per lo sviluppo economico e sociale in Africa) supporta le attività solidali, la formazione professionale e lo sviluppo dell’occupazione in Africa.

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 300 donne formate in pratiche agroecologiche
  • 1 cooperativa al femminile per la lavorazione dell’avocado fondata
  • 10.000 alberi di avocado piantati

AVSF

Progetto #2 : Agronomi e Veterinari senza frontiere (AVSF)

Promuovere il ruolo delle agricoltrici sostenendole nelle loro attività.

Le condizioni climatiche delle zone rurali della Mongolia sono estreme. Le sfide che i mongoli devono affrontare a livello sociale e ambientale sono rese ancora più difficili dal cambiamento climatico. Nella provice di Khentii e Arkhangai, dove l’80% della popolazione sopravvive grazie all’agricoltura, pastori e orticoltori devono adattare i loro metodi produttivi per produrre e generare reddito preservando allo stesso tempo le risorse naturali.
L’associazione AVSF, in partnership con GERES e l’associazione locale Mongolian Women's Fund, hanno lanciato un progetto di 3 anni che mira a rafforzare il ruolo della donna nella produzione agricola, inoltre si batte affinché le loro problematiche e i loro suggerimenti siano ascoltati e presi in considerazione dai loro responsabili. Queste donne saranno formate in orticultura, produzione sostenibile del cashmere e business management. In questo modo potranno conquistare l’indipendenza economica e una posizione strategica in questa economia in via di sviluppo.

AVSF

Agronomi e Veterinari senza frontiere (AVSF) promuovono lo sviluppo delle zone rurali sostenendo e difendendo i diritti dei lavoratori delle regioni svantaggiate.

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 850 donne formate in pratiche agroecologiche
  • 30 organizzazioni civili supportate
  • 1 campagna a sostegno dei diritti delle donne attuata

ESSOR

Progetto #3 : ESSOR

Migliorare le capacità agroecologiche degli agricoltori e fornire supporto per sviluppare una strategia di marketing.

Gli agricoltori nell'area periurbana di Brazzaville stanno affrontando sempre più carenze di approvvigionamento alimentare causate dal degrado del suolo. Ciò è una conseguenza degli effetti dei cambiamenti climatici, oltre che di alcune pratiche agricole intensive utilizzate per aumentare i raccolti. Sfortunatamente le donne sono particolarmente colpite da questi metodi, perché coltivano la terra e dipendono dagli uomini per vivere e nutrire le loro famiglie. Inoltre le donne non hanno lo stesso accesso alle risorse e ai servizi di base rispetto agli uomini, come l’accesso all’acqua. Il progetto guidato da ESSOR si occupa di questi problemi formando 250 agricoltori al commercio e alle pratiche agroecologiche. Questa formazione professionale consentirà a queste donne di migliorare la loro produzione quantitativamente e qualitativamente, il che fornirà un reddito finanziario, contribuendo a migliorare le condizioni di vita.

ESSOR

ESSOR aiuta le popolazioni più vulnerabili ad acquisire i mezzi necessari per migliorare le loro condizioni di vita e a promuove pratiche di sensibilizzazione alla responsabilità e alla giustizia sociale.

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 250 agricoltori specializzati in pratiche agroecologiche
  • 7 organizzazioni create
  • 1 strategia di marketing

FNAB

Progetto #4 : La Federazione nazionale dell'agricoltura biologica (FNAB)

Attraverso la formazione e la consapevolezza, migliorare i diritti e le condizioni di vita degli agricoltori biologici.

Nella Francia rurale, le contadine lottano per i loro diritti. Dal novembre 2017, l'FNAB si occupa dei diritti delle agricoltrici biologiche. FNAB organizzerà una formazione sulla parità di genere nell'ambiente professionale agricolo ed educherà sul congedo di maternità nel settore agricolo. Il FNAB promuoverà le dinamiche che il progetto ha innescato tra i suoi membri sostenendo due iniziative realizzate dagli agricoltori nella regione di Finistère e Ille-et-Vilaine. L'organizzazione si focalizzerà sull’apporto che le donne forniscono al settore dell'agricoltura biologica durante la mostra "La terra è la nostra attività" (che si terrà dal 22 al 23 settembre 2020 a Rennes), mirando a una sensibilizzazione degli enti professionali in materia di agricoltura nell’occuparsi anche delle questioni relative alla parità di genere.

FNAB

Dal 1978, la Federazione nazionale dell'agricoltura biologica (FNAB), ha unito gli agrobiologi di tutta la Francia. L'associazione ha tre funzioni principali: organizzazione professionale, struttura di sviluppo e movimento dei cittadini.

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 20 ambasciatori formati sull'uguaglianza di genere
  • 1 modulo di formazione in agricoltura in materia di congedo di maternità
  • 150 studenti provenienti da istituti agricoli sensibilizzati

Isphingo

Progetto #5 : Isphingo

Sostegno alla coltivazione sostenibile di frutta proveniente da terrenti riforestati

Negli ultimi 15 anni, le condizioni di vita delle popolazioni native Americane nella provincia di Napo, nell’Amazzonia Ecuadoriana, sono peggiorate. L’espansione dell’industria petrolifera e l’impatto che essa ha sulle risorse naturali, hanno avuto un significativo impatto sullo stile di vita delle comunità locali. Per esempio, ha portato gli uomini a lasciare le locali aree rurali per lavorare nei siti di estrazione o nelle città. Per tanto è uso comune che le donne si occupino esclusivamente delle loro famiglie e della coltivazione della terra.
Dal 2016, l’associazione Ishpingo si è specializzata nella lotta contro la deforestazione. Per portare avanti questa campagna, 90 donne vengono costantemente formate in tecniche di agroforestazione, portando avanti un sistema di commercio sostenibile di frutta proveniente da terreni riforestati. Il progetto avrà un impatto significativo sull’emancipazione economica delle donne, che otterranno migliori raccolti dai loro terreni e contribuiranno alla preservazione delle risorse naturali tramite tecniche di agricoltura sostenibili

Isphingo

Isphingo lavora nell’Amazzonia Ecuadoriana per migliorare gli standard di vita della popolazione nativa, cercando di preservare le risorse della foresta Amazzonia

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 110 donne formate in tecniche di agroforestazione
  • 15,000 alberi piantati
  • 200 studenti sensibilizzati alla conservazione delle risorse naturali

Re-Belle

Progetto #6 : Re-Belle

Ridurre gli sprechi alimentari trasformando frutta e verdura invendute in marmellate artigianali come parte di un progetto di integrazione femminile.

In tutto il mondo ogni anno quasi un terzo del cibo prodotto e destinato al consumo umano viene buttato. Ogni settimana nel Île-de-France, regione più popolosa della Francia, vengono sprecate 200 tonnellate di frutta e verdura, principalmente a causa della lunga catena di approvvigionamento. Dal 2017, l'associazione Re-Belle si è impegnata in una campagna contro lo spreco alimentare, valutando la frutta e la verdura invendute sull'isola di Francia. Il prodotto sprecato viene trasformato in marmellate artigianali e venduto. Donne disoccupate lavorano in un laboratorio ad Aubervilliers, nella regione francese della Senna-Saint-Denis, per fabbricare le marmellate; queste donne beneficiano del supporto socio-professionale per prepararsi alla loro integrazione verso un'occupazione sostenibile. L'associazione sta attualmente lavorando al consolidamento del suo modello: aumentando la produzione e le vendite, creando più posti di lavoro e sviluppando consapevolezza sugli alimenti sostenibili.

Re-Belle

Re-Belle, fondata a Seine-Saint-Denis, offre un’opportunità alle persone che lottano per ritrovare lavoro utilizzando la sostenibilità e gli alimenti.

Vai al sito web

Obiettivi :

  • 16 donne da inserire nell’associazione
  • 40 seminari incentrati alla sensibilizzazione sugli sprechi alimentari
  • Oltre 30 tonnellate di frutta e verdura salvate dallo spreco