• 848 815 815 costo chiamata urbana
  • Acquisti grandi volumi? Preventivo rapido e gratuito
  • 4,7/5
    Valutazione clienti
  • Nuovo cliente? Consegna gratuita da 99€ d'ordine
logo raja 848 815 815 costo chiamata urbana
0,00 € Carrello vuoto
Ordine rapido

Programma iniziative donne e ambiente

 

Programma iniziative

Donne & Ambiente

sostenuto dalla Fondazione RAJA-Danièle Marcovici

Imballa in modo «eco-responsabile»
LA SCELTA PROFESSIONALE

Funzionamento del progetto

fournisseurs

Il gruppo RAJA, in collaborazione con i propri fornitori, ha selezionato alcuni prodotti ecologici per sostenere i nuovi progetti solidali.

fondation

Ogni volta che acquisterai uno di questi imballaggi verdi, fino al 28 febbraio 2019, 1€ a confezione sarà donato automaticamente alla Fondazione RAJA-Danièle Marcovici.

femmes

La Fondazione ha selezionato 6 progetti per il programma "Donne & Ambiente". I fondi raccolti saranno donati alle associazioni che li attueranno.

Presentazione del programma iniziative “Donne & Ambiente”

GRET

PROGETTO #1 : Groupe de Recherche et d’Echanges Technologiques (GRET)

Supporta le contadine nella loro attività sviluppando il settore del latte offrendo formazione sulla gestione delle fattorie, l'accesso al microcredito e il rafforzamento del loro ruolo all'interno delle strutture agricole locali.

In Senegal, nel dipartimento di Dagana, dove l'insicurezza alimentare colpisce il 55% delle famiglie, le attività principali riguardano il bestiame. GRET ha realizzato un primo progetto (2012-2015) per sostenere i produttori lattiero-caseari. Le donne hanno manifestato la volontà di ricevere un supporto nella produzione e vendita di latte e altre attività (orticoltura, allevamento di pollame, lavorazione dei cereali ...).

Pertanto, saranno intraprese azioni individuali e collettive per 500 donne: sessioni di alfabetizzazione, lezioni per parlare in pubblico, supporto alla creazione di un'attività economica (tecniche di produzione, gestione finanziaria, tecniche risparmio e sistema di credito), ecc. Le donne otterranno così l'autonomia finanziaria, il loro ruolo nell'economia delle famiglie, dei villaggi e della comunità sarà ulteriormente riconosciuto e sempre più importante.

Gret

GRET è una ONG che sostiene progetti di sviluppo sostenibile che opera in Francia da oltre 40 anni e in 27 paesi del mondo.

Vedi il sito web

Obiettivi

  • 20 iniziative, 500 donne coinvolte
  • 160 persone alfabetizzate, 85% delle quali sono donne
  • Realizzazione di un piccolo caseificio

Métamorphose

PROGETTO #2 : Métamorphose

Sostenere la creazione di una rete di progetti di integrazione per le donne disoccupate sfruttando gli imballaggi e gli altri rifiuti aziendali riciclandoli in accessori di moda.

Di fronte ai nuovi vincoli sull'utilizzo degli imballaggi e alla necessità di facilitare l'accesso delle donne ai lavori di integrazione, l'associazione Métamorphose ha creato una rete di strutture di integrazione, rivolte in particolare alle donne, per sviluppare un’attività di produzione di articoli di pelletteria (borse, portafogli, ecc.) a partire da materiali recuperati localmente dalle imprese e dalle autorità locali in diverse regioni della Francia.

Questa rete ha l’obiettivo di formare le donne coinvolte, sviluppare un approccio commerciale e azioni di comunicazione coerenti. Il progetto contribuirà alla crescita dell'economia circolare promuovendo allo stesso tempo l'integrazione professionale di 53 donne in situazioni precarie.

Métamorphose

Fondata nel 2017, Métamorphose riunisce un gruppo di strutture il cui scopo è sostenere, formare e integrare le persone in difficoltà, facendo affidamento sulla produzione e la commercializzazione di articoli dalla rivalutazione di materiali altrimenti destinati ad essere buttati via (il cosiddetto approccio di upcycling).

Obiettivi

  • Sito Web e catalogo commerciale per la rete
  • Presentazione del progetto a 2 fiere

Migrations & Développement

PROGETTO #3 : Migrations & Développement

Sostenere gruppi di donne che praticano l'agroecologia nella gestione della propria azienda agricola e nella vendita dei prodotti.

Nella regione di Souss Massa, in Marocco, è la popolazione la prima a subire le conseguenze maggiori del cambiamento climatico (perdita di biodiversità, impoverimento del suolo, mancanza di acqua), che sono poi accentuate da pratiche di sfruttamento eccessivo di risorse e dall’agricoltura intensiva.

Poiché le donne sono i principali attori nella produzione agricola, Migration & Development ha lanciato un progetto nel 2016 finalizzato alla formazione delle contadine nell'agroecologia e nella gestione delle banche del seme. Nel 2018-2019, l'associazione continua il suo sostegno rafforzando le competenze di 55 donne attraverso la formazione alla gestione e al marketing aziendale. Potranno migliorare i loro redditi e le loro condizioni di vita contribuendo alla protezione dell'ambiente e alla sicurezza alimentare delle loro comunità e della regione.

Migrations & Développement

Migrations & Développement lavora in Marocco dal 1986 su diversi aspetti dello sviluppo socio-economico del paese, tra cui l'agricoltura sostenibile.

Vedi il sito web

Obiettivi

  • 55 donne contadine formate sulla gestione di un’azienda agricola
  • Realizzazione di una banca dei semi funzionale
  • 24000 abitanti di 3 villaggi sensibilizzati all'agro-ecologia

Entrepreneurs du monde

PROGETTO #4 : Entrepreneurs du monde

Promuovere l'accesso al microcredito e fornire cucine efficienti e pulite per permettere ai “cuochi di strada” di sviluppare la propria attività.

Ad Haiti, la maggior parte dei fuochi da cucina tradizionalmente usati sono inefficienti. Consumano molta legna ed emettono fumi nocivi per l'ambiente e la salute degli abitanti, specialmente per le donne. Allo stesso tempo, meno del 62% della popolazione ha accesso all'elettricità. Chi fa cucina di strada è particolarmente colpito da questa precarietà energetica.

Di fronte a questo, Entrepreneurs du Monde ha avviato il progetto "Palmis Enèji" per rendere accessibili a 100 “cuochi di strada” attrezzature da cucina (piani a gas GPL) adatti alla loro attività proponendo soluzioni finanziarie mirate (schema di microcredito tenendo conto del loro specifico modello di reddito) e una formazione specifica (gestione di un'attività, tecniche di cottura, sicurezza). Il progetto rafforzerà quindi il potere economico di queste donne.

Entrepreneurs du monde

L'AFDI supporta più di 60 organizzazioni di agricoltori in 17 paesi in via di sviluppo per contribuire alla sicurezza alimentare e allo sviluppo sostenibile in questi territori.

Vedi il sito web

Obiettivi

  • 100 donne che utilizzano attrezzature inefficienti per la loro cucina di strada
  • 1 rete di 140 rivenditori
  • 60 donne ristoratrici coinvolte nello sviluppo delle attrezzature più adatte alle loro esigenze
  • Riduzione delle emissioni di CO2

SOL

PROGETTO #5 : SOL

Promuovere la transizione verso un'agricoltura sostenibile formando le donne che vivono in zone isolate sui temi di agro-ecologia e produzione di semi.

In India, nello stato di Uttarakhand, una zona montuosa particolarmente colpita dal cambiamento climatico, le attività agricole rappresentano il principale sostentamento della popolazione. Tutte le attività sono poco redditizie e le donne, i principali custodi delle conoscenze agricole, svolgono compiti a responsabilità limitata. Dal 2016, SOL e il suo partner locale Navdanya hanno lanciato un progetto per promuovere il ruolo delle donne attraverso lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile.

Sono in corso le seguenti attività: formazione di 184 donne contadine in agroecologia, scambio delle migliori pratiche tra 15 agricoltori indiani e francesi, formazione di 40 guardiani di sementi, rafforzamento delle banche dei semi, sensibilizzazione dal grande pubblico al cambiamento climatico (creazione di orto-giardino nelle scuole ...). L'obiettivo è quello di consentire alle donne indiane di migliorare la propria sovranità alimentare e l'indipendenza economica preservando al tempo stesso la biodiversità dell'area.

SOL

Dal 1980, SOL ha sviluppato programmi alternativi sostenibili per promuovere l’agricoltura locale. SOL si rivolge alle popolazioni più povere delle zone rurali (bambini, donne emarginate, popolazioni indigene).

Vedi il sito web

Obiettivi

  • 184 donne contadine formate in pratiche agroecologiche
  • 40 custodi di semi formati per recuperare e conservare le antiche varietà di semi
  • 10 semi resistenti ai cambiamenti climatici distribuiti agli agricoltori

FNAB

PROGETTO #6 : Fédération nationale d’agriculture biologique (FNAB)

Promuovere il lavoro delle donne nell'agricoltura biologica attraverso la formazione sull'uguaglianza di genere nei luoghi di lavoro agricoli e la realizzazione di una guida all’inserimento per le donne contadine.

Nelle zone rurali francesi, le donne fanno fatica a far sentire la loro voce, FNAB vuole aiutarle e migliorare le loro condizioni di lavoro. FNAB vuole creare una "Guida per l’inserimento delle donne" che fornisca informazioni concrete (stato legale, sicurezza sociale, formazione, maternità ...) alle future coltivatrici.

Vuole anche organizzare corsi di formazione per futuri insegnanti sull'uguaglianza di genere nel settore professionale dell'agricoltura (nell'azienda agricola e nella governance delle organizzazioni) con il supporto di un'impresa specializzata. Per essere efficaci a lungo termine, queste azioni saranno condotte in collaborazione con le istituzioni e aiuteranno a sensibilizzare gli enti agricoli (organizzazioni professionali e sindacati, scuole agricole, reti agricole ...) all'uguaglianza tra donne e uomini in questo ambiente professionale.

Entrepreneurs du monde

Dal 1978 la FNAB è una rete professionale specializzata in agricoltura biologica in Francia. Ha tre scopi principali: sostiene l'organizzazione dei produttori, lo sviluppo dell'agricoltura biologica e la creazione di associzioni specializzate di cittadini.

Vedi il sito web

Obiettivi

  • 1 guida all'inserimento per le donne contadine da realizzare e distribuire
  • 1 modulo di formazione sull'uguaglianza di genere nell’ambiente professionale agricolo
  • 4 sessioni di formazione per gli insegnanti